Il paesino di Verzenay è situato a 17 km. a sud di Reims. Villaggio storico della Champagne, con denominazione 
Grand Cru, dove risiedono cir
ca 1.100 persone è completamente circondato da vigneti (circa 420 Ha), ad eccezione della parte sud che confina con la foresta della Montagne de Reims.

Quando cercavo uno champagne Grand Cru da proporre sul sito, un amico francese che possiede due enoteche nel nord-est della Francia, mi ha segnalato un piccolo produttore, appunto Vignon Père & Fils, che lui trattava  già ed i cui champagne erano molto apprezzati.

Ho conosciuto Stéphane Vignon qualche anno fa quando, in occasione di un mio viaggio nella Champagne, sono andato a trovarlo di persona nella sua proprietà. Mi hanno subito colpito la sua filosofia e le idee molto chiare su come deve essere uno champagne ed il modo in cui deve essere elaborato.

Valorizzazione massima del territorio, trattamenti assolutamente naturali nei vigneti, vinificazione per appezzamenti simili, utilizzo di lieviti indigeni per la fermentazione alcolica e, tutte le volte che la natura lo consente, chiarificazioni naturali a freddo.
Valorizzare il territorio significa anche utilizzare gli alberi di rovere che si trovano in un’area di proprietà nella foresta, il cui legno viene impiegato per la realizzazione delle botti nelle quali avverrà la fermentazione con relativo bâtonnage.

Quando si degustano i suoi champagne, si è subito colpiti dall’assoluta naturalità e freschezza dei medesimi, dalla loro struttura e dalla pienezza del corpo. Il dosaggio extra brut esalta il gusto del vino dei vitigni utilizzati.. La scelta di utilizzare solo il raccolto delle vigne più vecchie aggiunge complessità al prodotto finito.

Mi sono incontrato successivamente con Stéphane in occasione di un suo viaggio di piacere in Italia, dove abbiamo gettato le basi per una collaborazione colta a far conoscere agli amatori italiani di champagne di “vigneron” i suoi ottimi vini.