Diversamente dalla convinzione corrente che il foie gras sia una scoperta francese, in realtà le sue origini risalgonoportatore-egizio a circa 4.500 anni fa. Il foie fu scoperto dagli Egizi grazie alla migrazione invernale delle oche dalla Scandinavia alle paludi del delta del Nilo. Stupiti dalle dimensioni e dal gusto del fegato di queste oche, essi capirono che il palmipede produceva il foie gras (letteralmente, “fegato grasso”) immagazzinando nel fegato il grasso grazie al quale compiva lunghe migrazioni. 

Nella necropoli egiziana di Saqqara sono stati trovati bassorilievi raffiguranti uomini che davano da mangiare forzatamente ad alcuni uccelli, identificati con le oche. Si pensa che questa pratica sia stata tramandata dagli Egizi a tutti i popoli del Mediterraneo, tra cui i Greci ed i Romani, che furono i primi a menzionare il foie gras come piatto dei loro banchetti con il nome di “iecur ficatum”.

bassorilievo-egizioDurante il Medioevo, invece, le oche scomparvero dalle tavole europee, sostituite da altri animali quali la pecora od il maiale, ma gli Ebrei continuarono a mantenere viva la pratica di sovralimentazione delle oche che avevano appreso dai Romani durante la colonizzazione romana della Giudea. Furono quindi gli Ebrei a far riscoprire al mondo questo piatto prelibato che era scomparso; così, a poco a poco, il foie gras divenne uno dei piatti più apprezzati tra i re ed i principi europei e la sua produzione riprese in tutta Europa.preparazione-confezioni-foie-gras

Lo sviluppo dell’allevamento e della sovralimentazione dei palmipedi non era solamente per l’arte culinaria ma, soprattutto, assolveva ad un bisogno vitale di alimentazione per i contadini. Il grasso prodotto dalle oche e dalle anatre permetteva inoltre di proteggere la carne e poterla così conservare per parecchio tempo, costituendo una scorta alimentare in previsione di penurie e carestie. Con le moderne tecniche di trattamento e conservazione degli alimenti, pastorizzazione e sterilizzazione, vengono proposte al consumatore due diverse tipologie di foie gras, confezionate in scatola metallica o vaso di vetro: il mi-cuit , che si conserva in frigorifero per un periodo di 6/10 mesi, a seconda delle indicazioni del produttore, mentre quello sterilizzato può essere conservato a temperatura ambiente in un luogo fresco ed asciutto per 3/4 anni. 


vai ai foie gras